15
Marzo
2022

Racconti dal territorio

di Giorgio Desio Mirando

L’arte rappresenta uno dei motori fondamentali per l’urbanismo tattico e per garantire lo sviluppo di un processo di integrazione sempre più forte tra persone e città. Un focus importante che è alla base della mostra Ferrovie Urbane, inaugurata venerdì 11 marzo presso Scalo Lambrate a Milano e promossa dalla Nuova Accademia di Belle Arti in collaborazione con FS Sistemi Urbani, la società del Gruppo FS Italiane che si occupa di valorizzare gli asset non più funzionali all’esercizio ferroviario e di realizzare servizi urbani integrati basati su principi di razionalizzazione, miglioramento funzionale e servizio alla collettività.

Al centro dell’esposizione i progetti di rigenerazione urbana sugli ex scali ferroviari di Vigevano e Legnano realizzati dagli studenti dei corsi di Urban Design dell’Accademia. Una collaborazione che punta a stimolare la riflessione e il confronto con gli studenti e le loro proposte sul riutilizzo degli spazi pubblici.

Un’attività di dialogo costante che coincide con la volontà del Gruppo FS Italiane di dare nuova vita al proprio patrimonio immobiliare trasformandolo in un asset di valore per fornire ai cittadini nuovi servizi e luoghi di aggregazione.

Il progetto è curato da Germana De Michelis, NABA Senior Lecturer, e da Claudio Larcher, NABA Design Area Leader, e ha visto il coordinamento e il progetto grafico delle studentesse dell’Area Design Sara Djala e Sara Millozza. I lavori in mostra allo Scalo Lambrate sono stati realizzati dagli studenti del Triennio in Design: per l’ex-scalo Vigevano Mihaela Canatui, Lucia Castoldi, Stefano Cirillo, Lisa Dell’Era, Veronica Dovizio, Giulia Esposito, Beatrice Forgione, Alessia Ingala, Andrea Labanca, Francesca Lembo, Christian Malguzzi, Martina Panigoni, Francesco Lorenzo Piovani, Giacomo Porta, Giulia Quaranta, Gloria Timpano; per l’ex-scalo Legnano Zi Cheng, Giulia Colombo, Sabrina Cortelazzo, Sererena Costanzo, Jay-Ar Damance, Maria Laura Duminuco, Erika Montanaro, Beatrice Penati, Gaia Pignat, Ana Maria Popa, Leonardo Possati, Sara Rosso, Jioele Salvatori, Michela Soragni, Martina Tasca, Luca Torregrossa, Giulia Valentini.

La mostra sarà allestita fino al 20 marzo e sarà visitabile previo appuntamento dal lunedì al venerdì, inviando un’email a manal.abumonassar@naba.it. Si potrà invece accedere liberamente il sabato dalle 18 alle 21 e la domenica dalle 12 alle 18.