14
Settembre
2021

Diario Binario

di Cesidio Colantonio

I viaggiatori

di Cesidio Colantonio

Quando i viaggiatori salgono su un treno è come se volessero spedirlo nella direzione che piace a loro.

In fin dei conti viaggiare è soprattutto fantasia, quasi come un cartone animato per adulti. Sulle piattaforme, in attesa delle fermate i viaggiatori si preparano qualche minuto prima per la discesa.

Nel gioco fantastico dei viaggi, felici e infelici è sempre la volontà che decide, la voglia di mettersi in viaggio.  I viaggiatori sono come una scultura che ci ha fatto da guida in questo gioco fantastico del viaggio. Hanno simboleggiato il vuoto, il pieno creato lasciando il proprio paese, la propria città, i propri affetti per un posto migliore.

I viaggiatori sono una condizione piacevole e una storia del genere felice e infelice che tutti hanno nel proprio repertorio e che tutti hanno visto in azione sul proprio schermo.

I viaggiatori sono come una piccola grata. Ed è strano osservare il mondo da una grata che ti offre ad ogni viaggio il minimo spiraglio, aria per i propri denti e i propri pensieri.

I viaggiatori acquisiscono durante il viaggio conoscenze e potenziano le proprie capacità di pronosticare un esito futuro. Osservare è sempre utile per farsi un’idea.

I viaggiatori sono un puzzle con tessere mancanti come quasi tutti i problemi che si affrontano nella vita.

I viaggiatori parlano da soli e insieme, alcuni gesticolando con enfasi, altri immersi nella lettura di un libro o di un giornale.

Alcuni viaggiatori sono osservatori distaccati e se una risposta esiste si nasconde nelle pieghe della loro mente.

I viaggiatori trascorrono le giornate a lavoro e cercano la puntualità, l’attitudine al pensiero indipendente.

Viaggiare racchiude tutto: ambizione, entusiasmo, desiderio. Viaggiare ti porta dove non avevi mai immaginato ed il muoversi per natura con il desiderio di conoscenza è il carburante per vivere il tempo come un’onda, usando gli occhi e le orecchie come componenti essenziali dell’assimilazione del vivere.