09
Agosto
2021

Diario Binario

di Maria Pia Mazzotta

La storia delle ferrovie italiane nel racconto dei cinegiornali

Quella delle Ferrovie è una storia che ha origini lontane, fortemente legata all’identità del nostro Paese. Il patrimonio culturale custodito dall’archivio della Fondazione FS, preziosa memoria di questa storia, è costituito anche dai famosi cinegiornali, prodotti a partire dagli anni ‘50 con lo scopo di documentare l’universo ferroviario e la sua evoluzione dal punto di vista dell’innovazione tecnologica e dello sviluppo socio-economico. Fonti dal valore inestimabile, rese sempre più accessibili a studiosi, appassionati del settore e a chiunque voglia rivivere questo affascinante viaggio, grazie al processo di digitalizzazione portato avanti dalla Fondazione FS.

Il filo conduttore che attraversa il ‘900 italiano e arriva ai giorni nostri è quello della sostenibilità, da sempre uno dei principali pilastri strategici del Gruppo FS, che in ogni momento storico ha saputo creare lavoro e valore condiviso, permettendo al Paese di muoversi attraverso un sistema dei trasporti moderno ed efficiente.

È del 1952 il cinegiornale Al servizio del Paese, che racconta l’importanza della rete ferroviaria definendola “un formidabile strumento sociale, di importanza nazionale”, che ha impresso un forte slancio verso il futuro. Ieri come oggi le persone al centro: tariffe agevolate per operai, agricoltori, studenti, che ogni giorno raggiungevano a bordo del treno i luoghi di lavoro, ma anche per i viaggiatori e le famiglie che sceglievano il treno per andare in vacanza.

Immagini in bianco e nero che ci permettono di fare un vero e proprio salto nel tempo e conoscere la storia delle Ferrovie Italiane.