23
Agosto
2021

Racconti dal territorio

Photo credits: Francesco Radino, 2018, Fondazione AEM – Gruppo A2A, Milano

di Michela Passarin

Rigenerazione urbana: lo scalo di Porta Genova a Milano

La stazione di Porta Genova è la più antica di Milano, inaugurata nel 1870 con il nome di Milano Porta Ticinese. La linea ferroviaria su cui sorge lo scalo fu realizzata su impulso degli industriali della zona sud ovest della città, con l’obiettivo di sfruttare le potenzialità del trasporto su ferro, integrando quello su fiume garantito dai Navigli.

In seguito alla realizzazione della stazione, aumentò significativamente il flusso di pendolari e nell’area sorsero numerose fabbriche, creando in pochi anni un importante polo industriale. Dal 1931, Porta Genova diventa la stazione di partenza della linea per Mortara.

La zona che circonda lo scalo ferroviario conserva le testimonianze dell’evoluzione storica e urbanistica di Milano: ai palazzi residenziali dei primi del ‘900 si affiancano edifici tipici dei borghi che si sono sviluppati all’interno del perimetro delle mura spagnole e che si affacciano sui Navigli e sulla Darsena.

L’area della stazione di Porta Genova, che rientra nel programma di riqualificazione dei sette scali ferroviari milanesi, è stata oggetto di interessanti iniziative di riuso temporaneo, tra le quali il Mercato Metropolitano e l’hub culturale Ride Milano.

Il progetto di rigenerazione urbana della stazione di Porta Genova è uno dei numerosi interventi portato avanti da FS Sistemi Urbani, società del Gruppo FS, per la creazione di valore condiviso attraverso la riqualificazione di stazioni, depositi e scali merci non più utilizzati.