18
Agosto
2021

Diario Binario

di Cesidio Colantonio

Il fischio del treno

Primo giorno di scuola. Viaggio in treno. Tutti eravamo rilassati e annusavamo il vento guardando il sole che toccava la Maiella, mentre riponevamo nel nostro zaino verde militare coraggio e buoni propositi, oltre a un’irriducibile speranza.

Regnava un silenzio ovattato, rotto solo dal gesto spontaneo dell’armonia del treno che arrivava. Potevamo passarci sopra ore e ore, pur di superare il numero di volte che ci eravamo prefissati, per una buona approssimazione alla felicità.

Era un richiamo molto forte, irresistibile, era quasi godere di una libertà più grande dei nostri sogni. La campanella risuonò per qualche secondo, quando si silenziò all’improvviso, come se si aprisse un dolce sipario. Si udì in lontananza prima un leggero fruscio, poi come un’eco, quando spuntò dalla curva l’amico treno.

La scuola non è solo un insieme di insegnamenti, ma è soprattutto una comunità e il treno rappresentava per noi un ponte verso il futuro.

Il primo treno partì. E poi ce ne furono tanti altri, di mattina, di sera e nella notte. Il treno è come la speranza, un’ottima compagna di viaggio, sempre pronta a cogliere il bello che ci circonda e le mille opportunità che si celano tutti i giorni negli angoli della nostra vita, guardando il mondo attraverso un finestrino. 

Il treno ha assunto nel tempo un ruolo fondamentale nella nostra società: dalle merci movimentate su rotaia passando per i milioni di passeggeri trasportati ogni anno con un occhio sempre rivolto al futuro, a una mobilità sempre più sostenibile e innovativa. 

Il treno nel tempo ha consentito a uomini e donne di curare al meglio le loro attività sul territorio; di essere condotti su e giù lungo lo Stivale per svago o lavoro; ha permesso di trasportare con rapidità le comunicazioni. Nella sua storia di continua evoluzione, questo mezzo di trasporto ha saputo collegare mondi prima distanti. La costruzione di nuove linee ferroviarie, di nuovi treni e la differenziazione dell’offerta hanno contribuito in maniera determinante negli anni a raggiungere luoghi fino a quel momento isolati, in tempi sempre più ridotti. 

Il treno ti cattura dal finestrino, evocando ricordi ed emozioni a qualunque velocità, sia a bordo di uno dei nuovi treni della flotta regionale che su un Frecciarossa.

Treno in fondo significa viaggio, socialità, amicizia, amore, città, sfida, impegno, passione, fantasia, solidarietà, condivisione, partecipazione, uguaglianza, priorità. Tutto questo solo viaggiando su un treno…