03
Giugno
2021

Sostenibilità

di Il Team

#June3WorldBicycleDay

FS Italiane promuove una mobilità sostenibile e integrata, incrementando servizi sempre più in linea con il cicloturismo e il turismo green

Oggi, 3 giugno, si celebra la Giornata Mondiale della Bicicletta, il mezzo più sostenibile, economico e salutare. Con la bella stagione e la ripresa degli spostamenti, non c’è occasione migliore che salire in sella e cominciare a pedalare, accarezzando la libertà e promuovendo la mobilità sostenibile.

Ripercorrendo la storia, il primo prototipo di veicolo a due ruote fu costruito nel XVIII secolo e al conte francese Mède De Sivrac si attribuisce l’invenzione della bicicletta moderna, il celerifero, un veicolo con due ruote fissate su un telaio di legno. Nel corso dei secoli ci furono numerosi progressi tecnologici che portarono alla nascita, nei primi del Novecento, dei più importanti giri di ciclismo su strada come il Giro d’Italia e il Tour de France. Il 12 aprile 2018 le Nazioni Unite hanno dichiarato il 3 giugno Giornata Mondiale della Bicicletta. Un alto riconoscimento da parte della comunità internazionale dei benefici ambientali che derivano dall’uso della bicicletta come mezzo di trasporto.

Oggi, di biciclette ce ne sono veramente per tutti i gusti: compatte, pieghevoli, elettriche, di design. Ciascun modello con materiali e forme diverse a seconda degli stili di guida e al tipo di pedalata.

L’impegno quotidiano di FS Italiane è quello di dare sempre più forma ad un sistema integrato e intermodale che, oltre a rispondere alle esigenze delle persone, contribuisca a una riduzione di emissioni inquinanti nell’ambiente. Il Gruppo FS lavora per creare sinergie tra attori, tecnologie e infrastrutture per favorire lo shift modale verso modalità di spostamento più efficienti e a basso impatto ambientale per passeggeri e merci.

Trenitalia offre la possibilità su tutti i treni regionali di trasportare gratuitamente bici pieghevoli, monopattini, monowheel e overbord (misure massime 120x80x45). I treni Rock possono ospitare fino a 18 posti bicie i Pop fino a 12, oltre a offrire la possibilità di caricare quelle elettriche.

Fino al 12 giugno, negli Intercity, il servizio trasporto-bici è gratuito. Nella carrozza 3 sono disponibili 6 posti dove si può agganciare in posizione verticale la bicicletta alla rastrelliera. Si può inoltre usufruire di 2 punti di ricarica per le bici elettriche. Il servizio è attualmente disponibile su 68 collegamenti.

Con la stagione estiva si inaugura anche il Trenobici delle Lagune, servizio treno + bici che collega la città di Trieste con Venezia, pensato per chi vuole percorrere la Ciclovia delle Lagune, itinerario cicloturistico tra i più importanti del Friuli Venezia Giulia che collega Grado, Aquileia, Palmanova, Marano Lagunare e Lignano e unisce le lagune di Marano e Venezia. Il servizio Trenobici sarà attivo tutti i giorni dal 13 giugno all’11 settembre con 6 collegamenti. Le nuove carrozze sono attrezzate per rendere il viaggio dei cicloturisti ancora più confortevole, grazie a una capacità di trasporto di 64 biciclette, varchi di accesso maggiorati, un logo dedicato per una facile visualizzazione, impianto di climatizzazione, predisposizione per bici elettriche e sistemi di bloccaggio per la sicurezza delle bici a bordo.  Mentre sui Frecciarossa la bici è trasportabile nell’apposita sacca.

L’intermodalità treno + bici è una combinazione virtuosa anche per chi si sposta a bordo dei treni storici. Il cicloturista può abbinare la bellezza di un viaggio in un convoglio antico alla passione di esplorare nuove destinazioni pedalando una volta che è sceso dal treno. Gli interventi di recupero e valorizzazione dei rotabili storici a cura della Fondazione FS comprendono le carrozze tipo Bagagliai e Postali, dove lo spazio vuoto, un tempo destinato alla posta o altra merce, è ora riservato alle rastrelliere, consentendo al viaggiatore di posizionare in sicurezza la propria bici.

Anche RailPost, con Il Giro tra infinita bellezza, ha raccontato il viaggio sostenibile treno + bici. Siamo arrivati al traguardo rispettando l’ambiente. È stato un “amore infinito”, come il leitmotiv del 104esimo Giro d’Italia, alla scoperta e ri-scoperta dell’immenso patrimonio artistico e culturale del nostro Paese.

Tappe raggiunte a bordo dei Frecciarossa e i treni regionali Jazz, Rock e Pop. Abbiamo attraversato l’Italia, dal Piemonte alla Lombardia, dalle Marche alla Puglia, passando per il Molise, il Veneto, il Friuli Venezia Giulia fino ad arrivare a Milano. Lo abbiamo raccontato con la voce e gli occhi di 6 persone tra art influencergiornalisticontent creator illustratori, totalizzando oltre 300mila visualizzazioni sui canali digital FS e mostrando così un‘Italia pronta a ripartire.