14
Giugno
2021

Viaggio

di Maria Pia Mazzotta

Trekking col treno, in viaggio sui sentieri bolognesi

Esplorare l’Emilia-Romagna significa scoprire paesaggi variegati che sconfinano dall’Appennino fino ad accarezzare gli orizzonti della pianura attraverso sinuose colline. Su questi sentieri è nata l’idea di Trekking col treno, la rassegna escursionistica coordinata dalla Destinazione turistica Bologna Metropolitana in collaborazione con il Club Alpino Italiano. L’iniziativa, giunta alla trentesima edizione, promuove l’utilizzo del treno per raggiungere le stazioni ferroviarie da cui partono i 34 itinerari del 2021 dedicati alla provincia bolognese. Un modo per incoraggiare il turismo di prossimità, sempre più green grazie alla mobilità integrata che accompagna i viaggiatori fino alla destinazione finale.

Protagonisti i nuovi treni regionali Rock e Pop di Trenitalia Tper, partner del progetto, che permettono di viaggiare in modo confortevole, sicuro e sostenibile. Anche quest’anno Trekking col Treno è un invito a vivere un’esperienza unica a piedi o in bicicletta tra le bellezze del territorio bolognese, ma soprattutto l’esempio di un modello di turismo complementare a quello delle città, capace di valorizzare il patrimonio ambientale e culturale dell’Italia più nascosta puntando sul trasporto sostenibile.

Partita il 29 maggio, la nuova edizione proseguirà fino al 5 dicembre con escursioni a numero chiuso tra vette, parchi naturali, laghi dell’Appennino, alla scoperta delle vie d’acqua e della tranquillità delle campagne, fino alle colline imolesi punteggiate di viti. Chi ama le passeggiate all’aria aperta, può scoprire tutti gli appuntamenti in programma e prenotare le escursioni sul sito trekkingcoltreno.it. Luminasio, prima tappa della rassegna, è una piccola frazione di Marzabotto a pochi chilometri dal capoluogo emiliano, caratterizzata da un’interessante architettura medievale. L’inizio di un affascinante percorso tra la natura e i borghi nei dintorni di Bologna, da seguire una fermata dopo l’altra.