08
Maggio
2021

Responsabilità Sociale

di Giorgio Desio Mirando

FS e Croce Rossa: un lavoro di squadra per la Ripartenza del Paese

Le celebrazioni dell’8 maggio per la Giornata mondiale della Cri

Umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità e universalità: sono questi i valori fondamentali su cui si basa l’azione della Croce Rossa Italiana. Valori che permeano anche l’impegno quotidiano del Gruppo Ferrovie dello Stato, la cui collaborazione con Cri vanta una lunga e consolidata tradizione, una sinergia che si è rafforzata ancor di più sul campo attraverso diverse iniziative per il contrasto al Covid-19.

L’8 maggio è l’occasione per ricordare l’impegno e il lavoro che da oltre 150 anni milioni di volontari dell’Associazione Cri svolgono giorno per giorno. Una croce rossa e uno sfondo bianco: un simbolo riconosciuto in tutto il mondo, nel quale si identificano gli operatori sanitari di tutte le nazionalità, che portano supporto in contesti di emergenza e crisi.

Ma prima di tutto un simbolo di speranza e resilienza per tutti i cittadini, valori che hanno assunto ancor di più un ruolo fondamentale durante l’emergenza pandemica dell’ultimo anno.

A partire dalla realizzazione a Roma Termini del primo centro vaccinale in un hub ferroviario: un punto nevralgico al servizio della comunità e dei cittadini, fondamentale per le attività del personale sanitario e dei volontari nella Capitale. Le stazioni ferroviarie diventano così luoghi simbolici di questa cooperazione: cuore pulsante delle città, snodi di vita quotidiana delle persone, simbolo di storie, incontri, partenze e arrivi.  Insieme a Roma Termini, il progetto prevede la creazione di altri 11 hub della rete nazionale per svolgere un ruolo fondamentale nella campagna vaccinale che vede impegnato tutto il Paese.