31
Maggio
2021

Viaggio

di Valentina Ciarallo

Un ultimo Giro a Milano tra infinita bellezza

Si è concluso a Milano il Giro d’Italia 2021, la corsa rosa più famosa al mondo. Trenitalia, Official Green Carrier della manifestazione, ha partecipato anche con un proprio team al Giro E, la gara parallela su bici a pedalata assistita. Insieme alla corsa, si conclude anche il nostro viaggio digital Il Giro tra infinita bellezza, durante il quale abbiamo raccontato le meraviglie senza fine dell’Italia.

L’art influencer Clelia Patella, protagonista della tappa iniziale del Giro d’Italia a Torino, conclude il racconto di questa coinvolgente esperienza a Milano, la città in cui vive, in sella alla sua bicicletta. Un “amore infinito”, quello della 104esima edizione, che ha visto vincitore della Maglia Rosa il ventiquattrenne colombiano Egan Arley Bernal Gomez.

La gara della 21esima e ultima tappa del Giro d’Italia 2021 è partita da Senago, comune ricco di residenze del Seicento e Settecento come Villa Borromeo, ha attraversato l’hinterland milanese per terminare in Piazza Duomo a Milano, cuore e simbolo della città. Oltre 30 chilometri per la sfida a cronometro, 10 chilometri e 600 metri la lunghezza dell’ultimo tratto per il Giro E, la corsa parallela a pedalata assistita, percorsi in velocità come il Frecciarossa di Trenitalia, anche quest’anno Official Green Carrier della manifestazione e compagno di viaggio del Giro tra infinita bellezza. A capitanare la squadra del Giro E di Trenitalia è stato Andrea Ferrigato, ex ciclista e campione su strada, che ha guidato con passione e a colpi di pedalate green il team per l’intera manifestazione. 

Nella città emblema della moda e del design, Clelia ci porta alla Biblioteca degli Alberi, il parco che si trova tra Piazza Gae Aulenti e il Bosco Verticale, simbolo della Milano “verde”, classificata nelle top 5 città green d’Europa, secondo il Green Cities Index che valuta la presenza di parchi all’interno delle città e i livelli di inquinamento dell’aria. La Biblioteca degli Alberi ha di recente lanciato un concorso di progettazione per l’architettura sostenibile aperto agli under 40 e patrocinato dal Comune di Milano. Cambiamento climatico, preservazione della biodiversità, rapporto uomo-ambiente: questi alcuni dei temi più urgenti della contemporaneità per contribuire allo sviluppo di un processo di rigenerazione che parte dai giovani e dalla loro futura immaginazione. Saranno architetture temporanee, innovative e sostenibili per una migliore fruizione degli spazi pubblici.

Un altro progetto vede Milano e FS Sistemi Urbani, società del Gruppo FS, protagoniste per la rigenerazione di alcuni scali ferroviari: un’eccezionale opportunità per ridefinire il futuro della città attraverso il recupero di aree dismesse, creando valore condiviso per il tessuto cittadino. Parco Romana è il Masterplan vincitore del concorso internazionale di riqualificazione dello Scalo di Porta Romana a Milano. Qui sorgerà un grande parco verde privo di barriere architettoniche e un’area car free per la mobilità dolce: un mix di spazi pubblici, residenze abitative, percorsi accessibili con annessi servizi essenziali e commercio di prossimità. Il progetto è dedicato all’evento olimpico di Milano 2026 e l’area ospiterà il villaggio degli atleti in occasione dei Giochi invernali Milano-Cortina 2026.

Fresco di apertura è, inoltre, l’ADI Design Museum – Compasso d’Oro, nato nell’ex area industriale del quartiere di Porta Volta. Oltre 5.000 metri quadri pensati come luogo d’incontro per stimolare la curiosità e la conoscenza del Made in Italy: una vera e propria celebrazione del design come arte. E infine, tra i prossimi eventi confermati post-pandemia, l’atteso Salone del Mobile, che si terrà dal 5 al 10 settembre, simbolo di ripartenza non solo della città, ma dell’intero Paese.

Giro E e Giro Rosa, una grande avventura piena di emozioni! Abbiamo viaggiato in treno sotto il battito d’ali dei ciclisti con art influencer, giornalisti, content creator, illustratori. Un Grand Tour dal Piemonte alla Lombardia, dalle Marche alla Puglia, passando per il Molise, il Veneto, il Friuli Venezia Giulia fino a Milano alla scoperta delle nostre meraviglie per una rinascita del Belpaese grazie alla cultura, alla bellezza e alla sostenibilità. Pronti per costruire un nuovo futuro.  Al prossimo Giro tra infinita bellezza!


Photo credits: Clelia Patella @cleliart