24
Maggio
2021

Viaggio

di Valentina Ciarallo

Il Giro tra infinta bellezza alla scoperta di Grado, Aquileia e Gorizia

L’integrazione treno+bici è il binomio vincente della mobilità integrata e sostenibile. Trenitalia, anche quest’anno, è Official Green Carrier del Giro d’Italia e del Giro E.

Partenza da Roma Termini su un Frecciarossa 1000. Destinazione stazione Venezia-Mestre alla volta di Grado per assistere all’avvio della 15esima tappa del Giro d’Italia dove l’influencer romano Matteo Acitelli, giornalista e fondatore della community @igersroma, ha seguito la flotta del Giro E pronta a partire dall’antica città di Aquileia.

Sulle stesse strade e nelle stesse date del Giro Rosa si svolge il Giro E, evento cicloturistico, organizzato da RCS Sport che ha come scopo quello di far vivere a tutti gli amanti della bicicletta, ciclisti amatori o ex professionisti, l’esperienza di percorrere le strade del Giro d’Italia. La prima tappa è stata vinta dal team di Trenitalia, che si è messa in gioco partecipando con la propria squadra per tutte le 21 tappe previste.

Il 23 maggio, Matteo Acitelli inizia il suo cammino per raggiungere Aquileia. Sul Frecciarossa 1000 il viaggio è comodo e innovativo ancora prima di iniziare: a partire dalla nuova App di Trenitalia, è possibile scansionare il QR Code del biglietto, e poi una volta a bordo effettuare il self check-in evitando la fila ai tornelli in stazioneE chi ha già voglia di programmare i prossimi spostamenti, è possibile acquistare i biglietti tramite pagamento con Apple Pay o con il credito telefonico.

Durante il viaggio continua il relax grazie a una serie di servizi offerti dal Portale Frecce dove si possono seguire programmi e serie TV, ascoltare musica e leggere le ultime news tramite l’Edicola Digitale o, infine, sfogliare le guide del Touring Club dedicate alla nostra Bella Italia.

Matteo arriva alla stazione di Cervignano-Aquileia-Grado, snodo cruciale ferroviario del Friuli Venezia Giulia sulla linea ferroviaria Venezia-Trieste.

A Cervignano passa la spettacolare ciclovia Alpe Adria che parte da Salisburgo in Austria e arriva a Grado: 415 chilometri di percorso affascinante attraverso le Alpi, campagne, vigneti, reperti romani e il suggestivo paesaggio lagunare fino al mare di Grado. Un’esperienza unica per tutti gli amanti della natura. L’abbinamento ideale per un doppio viaggio green, treno + bici, all’insegna della sostenibilità.

Grado è chiamata “Isola del Sole” per la bassa marea e le spiagge di sabbia esposte a sud. Una delle cittadine marittime italiane più ricche di storia, nota anche come la prima Venezia posizionata in mezzo alla più settentrionale delle lagune del mare Adriatico. Un borgo marinaro il cui centro è un dedalo di labirinti e campielli. Da visitare la Basilica di Santa Eufemia, l’ottagonale Battistero del VI secolo e la Basilica di Santa Maria delle Grazie.

Da Grado pedalando sulla ciclabile si arriva ad Aquileia riconosciuta tra i siti archeologici più importanti del nord Italia e sito Unesco dal 1998. Fu una colonia romana fondata nel 181 a.C. e ben presto diventò tra le città più importanti dell’Impero e principale centro per la diffusione del Cristianesimo. Valgono il viaggio la visita al Foro Romano e alla Basilica di S. Maria Assunta, ricca di preziosi mosaici pavimentali di età romana con all’interno la Cripta degli Affreschi di epoca bizantina.

L’alta concentrazione di opere musive di epoca romana e paleocristiana fanno di Aquileia un vero scrigno del mosaico romano d’Occidente. Si passa anche per il Cimitero degli Eroi, dove riposano i militi ignoti e per il Monte San Michele, territorio ricco di trincee di guerra dove Giuseppe Ungaretti scrisse lettere piene d’amore. 

Dall’Aquileia imperiale è partita la 15esima tappa del Giro E dedicato alla pedalata assistita. 74 chilometri in cui gli atleti della squadra di Trenitalia, spinti da entusiasmo, spirito di sacrificio e sana competizione hanno raggiunto il traguardo verso Gorizia.

Matteo Acitelli saluta il Giro E senza rinunciare all’assaggio di un tipico prodotto del Friuli Venezia Giulia: il ProsciuttoSan Daniele, eccellenza italiana apprezzata in tutto il mondo.